Comunicazione

Arves, IsayData e IsayWeb sono state negli ultimi giorni al centro di una reiterata azione di denigrazione reputazionale, aziendale e professionale, condotta sulla rete da alcuni soggetti e per finalità in corso di valutazione.

Come i nostri clienti già sanno, abbiamo affidato ad un team legale e tecnico specializzato l’adozione delle iniziative a protezione e tutela dell’interesse e della reputazione dei nostri partner, dei nostri dipendenti e della nostra azienda.

A noi qui interessa ribadire pubblicamente l’assoluta correttezza del nostro operato.

La nostra società – insieme di vitalità imprenditoriale innovativa e di giovani professionalità indipendenti – opera con successo da alcuni anni nella comunicazione digitale ispirandosi ai principi di condivisione etica delle potenzialità della rete.

Abbiamo sempre incoraggiato il giornalismo d’inchiesta e l’indipendenza dei singoli utenti del web: un sistema di libertà del quale facciamo parte e sul quale abbiamo basato da sempre la nostra attività professionale. Per questo non vogliamo affidare la nostra difesa solo agli avvocati, ma la affidiamo anche a tutti coloro che sanno distinguere fake news e campagne di fake news dalla capacità di comunicare attraverso l’intera potenzialità che la rete consente a tutti, purtroppo anche ai nostri detrattori.

Realizziamo progetti di comunicazione integrata per tutti, siamo ispirati al pluralismo e all’indipendenza, comunichiamo innovando nell’energia, nella ristorazione, nel commercio, nel no profit, nella politica (tutta), nello sport, nelle professioni, nell’IT.

Continueremo a fare il nostro lavoro con la stessa dedizione, serenità, trasparenza, indipendenza e professionalità con cui lo svolgiamo da anni, nell’interesse dei nostri dipendenti e per la soddisfazione dei nostri clienti. Anzi, lo faremo ancora meglio per dimostrare come l’odio in rete abbia vita breve e come l’innovazione è la porta verso il futuro, anche della comunicazione.




infografica

Articoli correlati