And the social winner was…
wrong!

Si chiude col botto una delle edizioni della Notte degli Oscar più rocambolesche della storia recente. La La Land, sepolto di nomination (ben 14!) e osannato dai social network, non solo ha deluso le attese prendendo “solo” 6 statuette, ma è stato anche vittima, al momento dell’assegnazione del premio per il Miglior Film, di un vero e proprio tiro mancino da parte di… non si è capito bene chi. Laggente™, quindi, hanno fatto 4 su 4… anzi 3. È sfumato infatti per un soffio l’en plein dell’universo italiano dei social network, che, come vi abbiamo già raccontato, ha invece indovinato miglior regista e i due migliori attori protagonisti, Emma Stone e Casey Affleck.

Ma, sfere di cristallo a parte, quanto si è parlato della Notte delle Stelle sui social? In occasione degli #Oscar2017, IsayData ha analizzato il traffico online pubblico (cioè di chi ha condiviso la propria opinione con l’intero universo della rete) su Facebook, Twitter, Instagram e gli altri social network nelle giornate dell’evento cinematografico dell’anno e ha raccolto i principali insight legati ad esso. Pronti? Partiamo!

Le citazioni pubbliche complessive sugli Oscar 2017 provenienti dall’Italia sono state circa 43 mila di cui ben l’82% su Twitter. Il live tweet ha quindi regnato rispetto ai post sulle altre piattaforme, in virtù anche del dato relativo alle ore della diretta (dalle 23.00 alle 6 circa di lunedì mattina) in cui, su 21 mila post, addirittura l’86,6% era composto da “cinguettii”.

Equamente divisa è la percentuale di uomini e di donne che parlano della notte delle stelle, con una differenza di pochi percentili a vantaggio delle donne (51%), che raggiunge il proprio apice durante la diretta. In quella fascia oraria, infatti, i post “rosa” raggiungono il 52,1% del totale con un picco nel momento in cui le donne sono salite in cattedra per commentare gli abiti del Red Carpet (58,5%).

Molto interessante invece il dato dell’engagement: nonostante l’assoluta preponderanza dei tweet, le interazioni su Twitter crollano all’8,8% mentre Instagram e Facebook interagiscono rispettivamente nel 48.8% e nel 41.8% del totale. E, sempre parlando di engagement, dalle 12 di domenica 26 alle 12 del giorno seguente, si sono raggiunti quattro picchi, tra le 18 e le 8 del mattino. Il primo riguarda 25 mila interazioni legate a due fatti principali: la notizia della scomparsa dell’attore Bill Paxton a poche ore dal Red Carpet e il post del comico e presentatore Paolo Ruffini che condivide il pezzo del suo blog “22 attori che hanno interpretato grandi personaggi storici”.

Cinque ore dopo, alle 23, si apre la manifestazione con la sfilata delle stelle che accedono al Dolby Theatre di Los Angeles. I commenti sui look dei divi e delle dive, nonché il tifo sfegatato per i propri beniamini nel “pre-partita”, hanno generato circa 20 mila interazioni complessive. Si era però ancora alle battute iniziali e, infatti, la querelle dei premi andati a La La Land ha generato contenuti più ingaggianti. In particolare, alle prime luci dell’alba si assiste in diretta al “disastro” combinato dall’Academy sul Miglior Film, generando un engagement totale di 60 mila.

Il picco più alto, però, si registra alle 8. Nel momento in cui l’Italia si prepara ad affrontare l’odiatissimo lunedì, quale miglior modo per stemperare il dolore di una settimana che comincia se non quello di spettegolare in rete su Casey Affleck, Emma Stone e Damien Chazelle? E così, sono ben 125 mila le interazioni in quella fascia oraria.

Ok, ma di cosa hanno parlato le italiane e gli italiani? L’hashatg cloud da noi raccolta evidenzia, oltre agli hashtag “canonici” #oscar2017, #oscars2017 e #nottedeglioscar, quelli legati ai momenti più importanti quali #redcarpet, #moonlight e #lalaoscar. Compare infine tra i “grandi” #skycinemaoscar, che evidenzia come il canale satellitare dedicato alla diretta sia stato molto più twittato del canale TV8 che compare infatti più piccolo. Ed effettivamente il dato delle citazioni delle due reti televisive dà Sky Cinema Oscar vincitore con quasi il doppio rispetto al suo canale in chiaro.

Infine, chi ha catalizzato la rete? La classifica dei principali influencer vede il canale Youtube ScreenWeek TV trionfare con ben 65 mila interazioni, seguito dall’account Instagram ufficiale della bella giornalista Diletta Leotta (23 mila) e lo youtuber victorlaszlo88 (20 mila).

Si chiude così una Notte degli Oscar che passerà alla storia per il record di nomination per un singolo film (al pari di “Eva contro Eva” nel 1951) e per la sua conclusione confusa e – ammettiamolo – gustosa. È stato anche l’anno dei pronostici roboanti per La La Land, seguiti pedissequamente dalla rete ma non dall’Academy. Avevamo anticipato come i giurati di Hollywood sapessero sempre sorprendere e che probabilmente avrebbe stupito più delle opinioni di italiane e italiani, ma onestamente quest’anno a Los Angeles si sono davvero superati.

Si continuerà ancora a parlare degli #Oscar2017, e vedremo se le gaffe di quest’anno “rimbalzeranno” come l’Oscar a Di Caprio dell’anno scorso, ma IsayData sta già scaldando i motori per gli #Oscar2018. Chi vincerà? Per ora non ci sono nemmeno i film, figuriamoci le nomination. Ma noi siamo già pronti.

CONTATTACI

Inviaci email

ARVES S.r.l. | P.zza delle Cinque Scole, 36, 00186, Roma (RM) | P.IVA. 11726511006